Il Sistema Valle del Sacco

Il Sistema Bibliotecario e Documentario della Valle del Sacco (SBDVS) conta 19 biblioteche comunali della Provincia di Frosinone e sei biblioteche cooperanti. Attualmente copre un bacino di utenza di 300 mila abitanti, oltre il 50% dell’intero territorio provinciale. Il patrimonio complessivo ammonta a oltre 400 mila documenti tra libri e audiovisivi. Fanno parte del Sistema le biblioteche comunali di: Acuto, Alatri, Anagni, Boville Ernica, Castro dei Volsci, Ceccano, Ceprano, Ferentino, Fiuggi, Giuliano di Roma, Morolo, Paliano, Patrica, Pofi,  Ripi, Serrone,  Supino, Vallecorsa, Veroli, Villa S. Stefano.

Le biblioteche di enti non comunali che cooperano sono: ISALM Istituto di Storia e Arte del Lazio Meridionale – Anagni; Associazione Oltre l’Occidente – Frosinone; Accademia di Belle arti di Frosinone;  Conservatorio Licinio Refice di Frosinone; Unione italiana ciechi di Frosinone; Associazione culturale Colli – Monte S. Giovanni Campano; Centro di Studi "Vincenzo Patriarca", Sora.

 

Le biblioteche del Sistema sono situate spesso all’interno di edifici storici appositamente ristrutturati con risorse finanziarie comunali e regionali. Queste sedi sono dotate oltre che di spazi e arredi per la lettura, la consultazione di libri e postazioni di accesso al web per le ricerche bibliografiche e documentarie, anche di sale attrezzate per lo svolgimento di attività culturali e del tempo libero come conferenze, convegni, mostre, concerti, rappresentazioni teatrali e rassegne cinematografiche. Le principali attività culturali svolte annualmente dalle biblioteche del Sistema sono la Promozione della Lettura e il Premio al lettore. La Promozione della Lettura prevede la massima valorizzazione dell’atto di Leggere attraverso la scoperta dei suoi tre elementi fondamentali: il Libro, il Lettore e l’Autore. I momenti in cui si incrociano i destini di questi tre protagonisti sono gli incontri con l’autore che, ogni biblioteca, programma annualmente  per tutti i gusti e per tutte le età dei suoi utenti, trasformando così un semplice atto individuale in un’azione dall’assoluto valore sociale.